La corsa promossa da Radio Deejay fa tappa a Bari

In una bella domenica di inizio marzo decido di uscire di casa per andare a completare un po' meglio la storia di Bari Vecchia, ma arrivato sul lungomare all'altezza della spiaggia di Pane e Pomodoro, noto che la strada è stata chiusa. Incuriosito comincio a percorrerla a piedi.

Qualche nuvola oscura lo skyline della mia città, e la strada continua a non popolarsi.
Arrivato all'altezza di Largo Adua comincio a vedere un interminabile orda di persone venire verso di me. Subito dopo ho collegato che l'8 marzo a Bari avevano organizzato la DeejayTen, cioè la maratona di Radio Deejay. Suddivisa in due percorsi, 5 e 10 km, la gara ha inizio in Corso Vittorio Emanuele, per poi passare sul Lungomare Vittorio costeggiando tutta Bari vecchia dalla Muraglia, proseguendo sul Lungomare Nazario Sauro sino ad arrivare al Parco di Punta Perotti per poi tornare indietro verso l'arrivo.

Mi ero completamente dimenticato di questo importante evento promosso da una delle radio nazionali più famose, e questo non può che confermare che Bari sta diventando teatro di eventi sempre più importanti a livello italiano. A proposito di teatro, la mia passeggiata non doveva essere incentrata solo sulla corsa, i concorrenti che scendevano dalla muraglia per tornare sulla strada, passavano vicino ad uno dei 3 teatri più importanti della città: il Teatro Margherita. Ha una storia particolare e burrascosa (come d'altronde anche un altro famoso teatro barese ndr), ma questo sarà argomento di un differente articolo dedicato esclusivamente alla città di Bari.

Fermatomi davanti al teatro, vedevo partecipanti continuare a scendere, non ho mai visto così tanti corridori in una sola volta. Informandomi meglio sono venuto a conoscenza del numero dei concorrenti: circa 5000. Forse l'unica volta che tanta gente percorre le strade di Bari è per il corteo di San Nicola a Maggio (che sicuramente racconteremo più in avanti ndr). Tornando verso la spiaggia di Pane e Pomodoro, reincontro i concorrenti che stavolta percorrono il lungomare in senso opposto, un po' di scatti per loro e un po' per tutti i monumenti che abbelliscono la costa barese, come la torre dell'orologio del Palazzo della Provincia, oppure il Palazzo della III Regione aerea o la Caserma Bergia.

Sicuramente tornerò per raccontarvi la storia di questi edifici del centro di Bari, ma quando non troverò sul mio cammino un evento tanto importante da non poter far finta di nulla.