Festival internazionale della fotografia contemporanea

Esattamente un anno fa ero a Gallipoli, e 365 giorni dopo rieccomi tornare della perla del salento. Stavolta però voglio girarmi il centro storico per godermi le esposizioni fotografiche del Bitume Photo Fest 2015 che ha come argomento il concetto del Rural Layers, cioè l'evolversi dei mutamenti sul paesaggio contemporaneo.

Parcheggio la macchina in una strada adiacente a Corso Roma, e mi faccio tutto il corso sino al Ponte Cittavecchia, attraversato vado sul primo punto dove è installata un Layers...entro nello spazio antistante il castello, ma con mio stupore vedo solo il totem...niente opera. Se il festival comincia così, stiamo messi bene
Allora vado verso la seconda installazione nel pargheggio del porto. Le foto sono installate di fronte alla capitaneria di porto sulla parte alta della muraglia. Posto scomodissimo e neanche isolato, perché sotto le installazioni ci hanno parcheggiato le auto, quindi neanche si poteva godere da vicino dell'arte. Tra me e me dico che siamo solo all'inizio...non voglio pensare a cosa mi aspetta.
La terza installazione è sul molo, una serie di tanti totem con molte foto su entrambi i lati, foto che ritraggono ogni momento di una vita moderna, alle generazioni più anziane e quelle più giovani. Proprio un bel posto dove ammirare l'arte, di fronte ad un tramonto dai colori violacei. Finalmente un qualcosa degna di questo festival.
Sulla spiaggia la quarta installazione...distesi sulla sabbia altri teli con opere stampate sopra che si potevano ammirare solo dall'alto, abbastanza scomodo direi.
Quarta installazione...sparita nel nulla. Non so perché ma questo festival mi sta abbastanza deludendo. Neanche uno degli artisti vicino alle opere.
Quinta installazione, interna nel battistero della Chiesa del Crocifisso, questa si che è una mostra ben tenuta e ben fatta. Totem ai 4 lati con svariate foto, o a collage o intere. Sui muri altri poster. Credo che sia stata la migliore installazione d'arte sino ad ora.

Ora tocca solo ad altre 2 installazioni per le vie delle città vecchia. Trovate le prime noto che sono state distrutte da atti di vandalismo, sicuramente delle belle foto, ma in mano alla civiltà che non apprezza l'arte. Iniziative come queste sono qualcosa di unico, che dovremmo valorizzare, e invece mi piange il cuore dover parlare male di questo festival che mi sarebbe piaciuto vedere al meglio.

Ultima installazione nella strada parallela alla cattedrale, sopra la ringhiera di un balcone. Almeno queste non sono state atto di vandalismo in quanto non alla portata di mano.

Devo proprio tirare le somme? Non mi è piaciuto. Tra opere distrutte, altre non trovate, altre poco visibili. Spero che il prossimo anno sia fatto in una maniera molto più curata e in un luogo dove la gente sia molto più civile ed educata.