Visitare l'Italia in un sol colpo

È possibile andare sulla riviera romagnola e non visitare una delle numerose attrazioni e/o parchi divertimento? Risposta: NO!
E noi di 79th Avenue, visto che parliamo di viaggi, abbiamo deciso di visitare il parco tematico n°1 in Italia: L'Italia in Miniatura.

Fortunatamente siamo riusciti, tramite l'albergo dove abbiamo pernottato, ad avere un'agevolazione sul prezzo del biglietto d'ingresso.
Per arrivare lì è stata una missione quasi disperata, quanto traffico...ma non potevano starsene tutti al mare a prendere il sole invece di ingorgare le strade? Vabbè, alla fine arriviamo.

Parcheggio ben disposto e pagamento direttamente all'interno: questa si che si chiama organizzazione!
Entriamo, e io tutto gasato che non ci mettevo piede da quando ero bambino, quindi epoca mesozoica, ma già cominciamo a trovare dei difettucci: mancanza di mappe del parco, quella datami era l'ultima ed io non ero l'ultimo ad entrare.

Cominciamo il giro dalla Sardegna, dove non c'era nessuno...povera Sardegna...tanto piena di turisti in estate, ma nessuno la calcola, eppure è piena di bellezze, un mondo a parte.

Lasciamo la seconda isola del mediterraneo per trasferirci nella prima...ma sbaglio o c'è un po' di disordine geografico? Perché a Messina c'è il duomo e Catania è solo l'Etna? Da notare anche i graziosi trenini che fanno un casino della madonna, e credo siano in ritardo anche loro come quelli reali.
Oltrepassiamo lo stretto, che è più largo di quello reale, e andiamo in Calabria dove Scilla e Tropea da sole fanno tutta la regione, continua ad esserci qualcosa che non mi quadra.
Basilicata -> Rocca imperiale ha la stessa dimensione dell'Etna! Non ce la posso fare!
Puglia - > Bellissimo Castel del Monte, le due chiese di San Nicola (pellegrino e di Myra). Castello di Taranto con il ponte girevole funzionante...ma perché la voce registrata quando gira il ponte parla romano? E non è che i trulli di Alberobello sono posizionati esattamente oltre il ponte. Ma scendiamo in Salento forse è meglio...aspetta...ma che fine ha fatto il Salento? Il faro di Santa Maria di Leuca, si...e basta? Mi è preso lo sconforto!

Risaliamo la parte adriatica dell'Italia e sulla sinistra che noto? La stazione termini in scala 1:1 un altro po'. No cioè fatemi capire, il Salento no e la Stazione termini si? Per persone come me che vivono di cultura, viaggi e geografia, mi state ammazzando un'attrazione tanto famosa quando visitata.
Mettendo da parte che ho visto più macchine (miniature) della polizia e carabinieri in tutta Italia in Miniatura, che a Bari il giorno della festa patronale.
Ad un certo punto si nota un bel castello di fattura federiciana, non capendo dove esattamente fosse (anche perché la geografia qui a quanto ho capito è un optional) vedo la targhetta che recita: "Castello cinquetentesco"...uhm...ok...e poi? Boh...chiamiamo Voyager!

Se volete continuo a dire cosa c'era che non andava, perché se raccontavo cosa c'era che andava avrei scritto 3 righe.
Venezia senza piccioni, le 3 cime di lavaredo che un altro po' sconfinavano in Slovenia.
Però devo dire che l'arena di Verona era ben fatta, con tanto di rappresentazione dell'Aida. Il Monte Rosa al posto delle Dolomiti, saliamo sul Cervino e Monte Bianco, passeggiamo tra i castelli della Val d'Aosta, percorriamo il Piemonte con Torino e la Mole Antonelliana. Ci fermiamo a Genova dove la Lanterna era alta quanto me, mentre l'acquario poteva si e no contenere un pesce rosso, e ci stava pure stretto.
Milano e tutta la Lombardia...Bologna che prendeva mezza Italia (ma ci sta, siamo in Emilia Romagna). Piazza dei Miracoli scambiata per Firenze, Firenze deturpata del battistero, Roma Caput Mundi il Lazio era solo lei, Napoli e gli scavi di Paestum e Pompei...uhm...e il Vesuvio? Pompei si incenerì da sola evidentemente.

Basta non ce la faccio più...usciamo da questa Italia deformata. Fortunatamente c'erano i bambini che si divertivano a far sbattere le barche radiocomandate contro le coste. Schettino li elegge ammiragli ad honorem.

Sosta al bagno, non vi dico per far cosa. Andiamo verso la parte dove ci sono le miniature dell'Europa. Meglio che non commento. La Serbia accanto alla Germania, la Grecia sopra l'Albania. C'era più Germania che altro. Torre Eiffel, bacetto tra le testimonial. Londra...Big Ben? No Saint Paul. Ok l'Europa rispecchia il casino dell'Italia. Usciti dall'Europa ci sono due statue rappresentanti i Bronzi di Riace e io credo che per far credere alla gente che questa sia l'Italia, di facce di bronzo ne devono avere a bizzeffe.

L'arena degli spettacoli, l'unica cosa decente che ho visto e a tratti anche divertente. Con personaggi allegri che animavano l'atmosfera ed i bambini. Ah finalmente un'attrazione!

All'interno c'erano molte altre attrazioni, dal tronco con l'acqua ad una mini Venezia, una sottospecie di scuola guida per i bambini e negozi di souvenir.

Conclusione: meno male che non ho pagato il biglietto intero. Di sicuro non ci torno sin quando non la aggiustano!