Le nostre ragazze alla caccia dell'ambita corona di reginetta d'Italia

Questa che vi sto per raccontare, non è la descrizione di un luogo magico della nostra penisola, non è la partecipazione ad un grande evento italiano, ma una storia...si esatto una storia.

È la storia di una ragazza di nome Deborah (con la H se no si incazza) con la passione per la moda, con il sogno delle sfilate e di tutto ciò che gira attorno a questo mondo.
Vi starete chiedendo: "e che c'entra con 79th?". Continuate a leggerlo e lo saprete!

Tutto ha inizio nei primi mesi del 2016, quando alle selezioni per entrare nella nostra agenzia 79th Communication (categoria eventi), si candida una ragazza pugliese, di Bari precisamente, ma residente in provincia. Diciamo che al primo incontro, il sottoscritto arriva con 40 minuti di ritardo, causa traffico. Più che scusarmi per il ritardo non posso fare, l'incontro va bene e si decide di farla entrare nell'agenzia. Sempre per sfortuna quel giorno non avevo con me l'accordo di collaborazione e ci siamo messi d'accordo di vederci il giorno dopo e firmare. La prima impressione? Bella ragazza, ma non potevo dire di più.

Il pomeriggio dopo, alla fine del suo turno di lavoro, ci incontriamo in un bar del centro di Bari, tra una chiacchera e l'altra arriva la firma e non contento la accompagno alla fermata del pullman, anche perché la strada che dovevo fare era la stessa. Nel parlare del più e del meno noto che questa ragazza ha qualcosa in più, lì per lì non saprei dire cosa, ma ha una marcia in più.

I giorni passano, le selezioni continuano, in quel periodo purtroppo la Responsabile del settore eventi era indisponibile e così ho colto l'occasione per capire meglio cosa avesse in più Deborah. Le chiedo se è disposta a venire con me per 2 casting ad un bel po' di distanza, e la risposta è stata si.
La passo a prendere alla fine del turno in negozio e durante il tragitto non mancano le conversazioni. Durante il primo casting comincio a capire cosa abbia in più: la voglia di fare qualcosa che a lei piace da anni, cimentarsi in ciò che è il suo sogno.
Finiti i 2 colloqui ho capito che in agenzia c'era una punta di diamante grezza, grezza perché non è stata mai trattata per il suo vero potenziale, perché si sa, il diamante ha più valore dopo la lavorazione e non allo stato roccioso.
È una sfida, un rischio...ma si sa chi non risica non rosica...la voglio nello staff. Gliene parlo, sembra entusiasta, anche perché di li a poco si è ritrovata senza il lavoro in quanto al negozio non c'è stato il rinnovo contrattuale. La porto con me per conoscere clienti e fare una piccola formazione, tutto sembra procedere per il meglio, tanto da invitarla a prendere parte ad uno dei tanti eventi nazionali dove sono stato invitato: il Rimini wellness. Però qualcosa comincia a non andare più...si assenta...non vedo più quello spirito iniziale...che abbia sbagliato impressione? No non poteva essere. La porto a Rimini, ne parliamo, si discute e si prendono delle decisioni importanti per entrambi. Resta li una quindicina di giorni circa. Torna...è ora di mettersi a lavoro bellezza!

Piano piano capisco che la gestione della parte eventi è ciò che lei vuole fare, e complice un incremento di lavoro esterno su Elena, si prende la decisione di affidare quella branca dell'agenzia a lei. Ma tranquilli, Elena non andrà via, mi dovrà sopportare ancora a lungo!

Tutto va bene, vedo in lei la voglia di fare...quella che avevo notato i primi giorni. Mi dice che vuole partecipare alle selezioni di Miss Italia nelle tappe pugliesi, per me problemi non ce ne sono ovviamente. Mi dice che se voglio sarebbe contenta che la seguissi nelle tappe che farà...sino a quel momento io Miss Italia l'avevo completamente snobbata (nonostante Elena fosse arrivata alle finali nazionali l'anno prima). Mi dico "ma si seguiamola" anche perché nel frattempo è nata quella sana amicizia che non ti aspetteresti. NOTA IMPORTANTE: i litigi e gli alterchi ci sono sempre eh, non sono un tipo facile!

PRIMA TAPPA: Corato. Ma proprio li? Un paese che avevo vissuto quasi ogni giorno causa relazioni affettive molto intense (che sconsiglio vivamente a tutti coloro che amano la libertà). Vabbè...animo...sciamanin. Mi dice di arrivare per le 20, ma non è per me arrivare in ritardo (tranne la prima volta con lei) quindi mi piazzo li alle 19...ma che non l'avessi mai fatto...2 ore e mezza ad aspettare che il tutto cominciasse.
Poi eccola...nel primo balletto...bella, bellissima a parte quella treccia. Nella presentazione, la pr la descrive come sincera, spontanea e alle volte antipatica...io preciserei dicendo "sort d cacacazz" (traduzione alla pagina 777 di televideo). La lacrimuccia scende quando sento "organizza eventi culturali e di moda"...sta parlando di 79th!
Sfila, il suo portamento è qualcosa di bellissimo...ma qualcosa non mi quadra (oltre la treccia horror)...non sorride, troppo impostata...dai Deborah è un concorso, non stai sfilando per Armani, sorridi porca miseria! E quelle braccia dondolanti? Ciondola di meno l'orologio a pendolo di mio nonno...dai nipotina (si perché sono diventato suo zio adottivo) puoi fare molto meglio!
Secondo balletto...fu così che conobbi Mary Poppins versione costume intero...ciao, ciao, ciao, ciao...non si può dire che non sia una ragazza salutare...ok la smetto con battute orrende. Sfilata in abito da sposa...vabbè ciao a tutti...non c'è storia, sbaragliata la concorrenza...meravigliosa.
Premiazione...neanche una fascia...scusate e perché? Cioè perché non la mia nipotina? Non voglio essere critico, però è il mio blog quindi lo dico...tra le 28 ragazze c'erano certe che insieme potevano fare la prima edizione della "sagra della cellulite", mentre la perfezione non viene premiata...bah! Sarà alla prossima tappa.
Al ritorno arrivano tutti i ringraziamenti e bla bla bla...non mi interessano i ringraziamenti, mi interessa sapere che lei è contenta.

Prima della seconda tappa si lavora testando altre ragazze dell'agenzia. Lavoro impeccabile, semplice e professionale...e cosa voglio di più dalla vita: una lucana e a breve ci espanderemo anche lì.
C'è un piccolo intoppo però, la seconda tappa si svolge lo stesso giorno in cui il sottoscritto sarà a Riccione per un altro importante evento nazionale: il Lega Volley Summer Tour. Come fare? Lei dice che non mi devo preoccupare e che non fa nulla...il ca**o non ti preoccupare, non esiste che mi perda lei nelle sue tappe vedendola contenta. Così decido di tornare prima in terra natia e catapultarmi a sorpresa da lei.

SECONDA TAPPA: Castellana grotte. Già dalla presentazione del palco qualcosa non quadra. Con mia sorpresa ritrovo un'altra delle mie ragazze, ciò significa che non avrò più 1 sola rompi scatole da fotografare, ma 2...abbiate pietà del sottoscritto! Come se non bastasse mi sono subito un "tu non sei normale", veramente non ho mai detto di esserlo, però bel modo di accogliere un povero cristo che si è fatto 600 km per non perdersi la sua nipotina.
Stavolta però vedo Deborah come volevo vederla nella scorsa tappa...solare, spensierata, meno impostata E CON I CAPELLI SCIOLTI. Presentazione...la solita faccia di bronzo che la contradistingue...altra lacrimuccia da parte mia.
Sfilate...alleluia...ora si che ragioniamo, finalmente!
Balletto...si ciao bella ciao...
Sfilata in abito da sera...io sono assolutamente contrario ad abiti a fantasia in concorsi come questo, ma tanto provate voi a farle cambiare idea...però devo dire che, no non dico nulla, non ho parole...guardatevi le foto e se sbavate, asciugatevi.
Premiazione...niente 6 posto, niente 5 posto, niente 4 posto...comincio a incazzarmi...il 3 posto va alla numero 14 Deborah De Nicolò...dentro di me ho esultato peggio di Fabio Grosso ai mondiali del 2006, tanto ero contento che mi stavo dimenticando di fare le foto! Ma c'è qualcosa che non va...DOV'È LA FASCIA? CHE VUOL DIRE CHE NON C'È? STIAMO SCHERZANDO VERO? FATE USCIRE LA FASCIA...nada...niente fascia...terzo posto e niente fascia (che le daranno il 22 alla terza tappa, lo spero, se no brucio tutto il carrozzone di Miss Italia).
Deborah esce dalle quinte, una tigre a digiuno da 10 mesi è più calma di lei, meglio non tirarle la coda, non si sa mai!
Soliti ringraziamenti inutili nel post serata, ma mica si arrende la ragazza, vuole la coroncina...anche se per me non serve...batte a mani basse tutte le altre ragazze.

TERZA TAPPA: Rosa Marina. Già per capire dove fosse la location dell'anfiteatro dove si sarebbe tenuta la serata, c'è voluta la Mano de Dios (i calciofili penseranno sia quella di Maradona, ma va bene lo stesso). Anche qui ci sarà la seconda rompi scatole, che lo stesso Dios di prima mi dia pazienza.
Arrivati a Rosa Marina, parcheggiamo fuori...manco posti auto ci sono. Deborah era già lì da non so che ora...capisco essere in anticipo nipotina mia, ma che arrivi ore prima mi sembra esagerato su...stai un po' di più a casa, leggiti un libro, gioca ai Pokemon, vai a far la cacca...insomma, trovati qualcosa da fare, io ho pazienza e non so tua mamma quanta ne abbia più di me (saluto caldamente la signora Anna, anche perché senza di lei non ci sarebbe la Miss).
Arrivano le 17, orario per iscrizioni e prove, e non ci sta nessuno...17:30 cominciamo ad intravedere qualcuno, ma come cantava la Bertè siamo ancora "In alto mare". Quando vogliamo cominciare?
Arrivano tutti...cominciano le prove...i balletti, nel mentre c'è chi si incazza e chi mangia...miss normali io non ne ho! Poi trucco e parrucco. ma ci stiamo dimenticando che a Castellana Grotte qualcuna non ha avuto la fascia e doveva averla oggi...e voi pensate che l'abbiano portata? Figuriamoci. Vabbè vediamo la serata come va e poi capiamo meglio.
La serata comincia, e cominciano anche le mie bestemmie rivolte al fotografo che quando gli garba si alza dal gradino dell'anfiteatro e si piazza sempre davanti, fosse almeno basso...no...pure uno spilungone alto 2 metri doveva capitarmi di mezzo. L'arte delle gasteme sta diventando il mio nuovo lavoro.
Deborah si sorride, ma non era giornata, si notava...a Castellana Grotte era più tranquilla, qui un po' di meno, ma speriamo nel meglio.
Oltre il fotografo ci si mette pure la presentatrice, ma riesce a leggere ciò che sta scritto sulla cartellina? Per quante volte si impappinava e correggeva mi aveva fatto salir il mal di testa. Poi io capisco lo spettacolo, ma troppe canzoni, cioè mi viene da fare come nel far west "Sparate sul cantante e non sul pianista" (anche perché non c'era). Basta canzoni vi prego. Nota di merito ai ballerini, che nonostante dovessero seguire le scordinatissime ragazze, hanno fatto 1 sola performance da solisti. Davvero bravi!
Inutile che vi sto a raccontare di nuovo le stesse cose, quello e quello è lo spettacolo, tranne che il palco era tondo e nessuna passerella e il fotografo che continuava ad alzarsi a comodo suo!
Questa volta tutt'e due le ragazze sono state bravissime, tanto che pensavo che fosse il giorno buono per loro di prendere le fasce. Sesta, no...quinta, no...quarta, no...terza, SI TERZA, Deborah un'altra volta sul podio...e no mo no...e qui mi incazzo davvero: DO STA LA FASCIA? È la seconda volta che Deborah arriva terza e non ha manco un mazzo di fiori. Alla sesta si e alla terza no? Fatemi capire...alle olimpiadi la medaglia di bronzo la danno al quinto classificato, ma sul podio ci arriva il terzo? Non voglio neanche sapere la motivazione stavolta, se alla prossima tappa vedo qualcosa che non va, prenderò provvedimenti.
Vi ricordate la tigre a digiuno da 10 mesi di Castellana? È rimasta ancora a digiuno per 2 anni...vi lascio solo immaginare. Ovviamente il tutto condito dalle lamentele mie e della mamma.
Aspettiamo domenica a Trani e vediamo che succede.

QUARTA TAPPA: Trani. Oltre Deborah ci sarà sempre Noemi, non me la tolgo più di mezzo mi sa. Arrivo in Piazza Quercia dove sta il palco, ma non vedo nessuno. Chiamo Deborah e le chiedo dove fosse: "sono leggermente in ritardo"...rimango per 5 secondi muto (si anche io parlo assai)...che sta succedendo? Deve nevicare come cantava Gigi D'Alessio? Deborah in ritardo, il bambino che è in me sta allegramente saltando sul letto felice e contento. Oltre al ritardo mi dice che le iscrizioni non sono in piazza ma da tutt'altra parte della città. Uhm...e perché non lo scrivono da qualche parte? Sapete com'è, non è che stiamo nella loro testa per capire cosa pensano, anche se secondo me troveremmo una landa desolata come nei film horror, nessuna anima viva!
Ci facciamo il giro della città. Arriviamo sul lungomare di Capo Colonna, ad accoglierci un allegro chioschetto i stile Hawaiano...ma che carino (odioso). Noemi va a fare l'iscrizione e 10 minuti dopo arriva Deborah. Nel qualtempo si avvicina una ragazza in rosso e mi dice "non si possono fare foto, sta il monopolio del fotografo"...1: la reflex era spenta; 2: do sta scritto?
Vabbè...le prove oramai le ho imparate a memoria. Mano per mano, loro se ne andranno, come due piume leggere...dovete vedere quanto sono pesanti le due piume!
Per le 18:30 vengo a sapere che per lo spettacolo ci sono gli inviti..mi stai invitando in un luogo pubblico? Che senso ha? Poi capisco che ci sono le transenne per le persone sedute, come fu a Corato, e capisco anche la frase della ragazze in rosso riguardo il fotografo all'interno dell'area delimitata. Beh, io mi metto fuori le transenne e nessuno mi potrà dir nulla.
Qui lo spettacolo comincia col pre-serata, e che du palle...tranne che ad un tranno mi vedo sbucare fuori Deborah e Noemi in una sfilata di pigiami. Oh questo si che è un abito che ti sta a pennello! Mi piace si bello! Poi balletti e imitazioni alquanto discutibili e poi altra sfilata in intimo...escono di nuovo loro...e qui il mio stomaco si ritrova sotto il piede ed il femore al posto della mano...TORNATE DIETRO LE QUINTE SVERGOGNATE...a far venire gli infarti alle persone, bah!
Dopo 3 ore di preserata che davvero è stata di una pesantezza unica, arriva finalmente il momento dello spettacolo, anticipato dalla sfilata in abiti da sposa, e qui che ve lo dico a fare, la bellezza ed il portamento di Deborah irradiano tutta la piazza, un abito lungo, non troppo semplice e con mini strascico. CELESTIALE!
Poi sempre il solito spettacolo, nulla cambia.
Premiazioni: stavolta c'è pure il settimo posto che vince Noemi in exequo con un'altra ragazza. Non nascondo la mia contentezza anche per lei. Deborah a questa tappa non ha preso nulla, però il gesto di avvicinarsi all'amica di tappe, abbracciarla, darle un bacio e sorridere insieme...credetemi...mi ha fatto commuovere. È questo lo spirito e l'armonia che vorrei nel team, nessuna competizione interna, ma che ognuna sia contenta anche dei successi dell'altra.
So di avere il meglio, e Deborah me lo sta dimostrando giorno dopo giorno, tappa dopo tappa.
La gioia è arrivata dietro le quinte quando aspettavo le due ragazze...hanno consegnato una fascia anche a Deborah...vi starete chiedendo perché 1 e non 2? Le hanno dato una fascia da secondo posto, non si sa di quale tappa, al posto delle 2 da terzo. Ah e oggi ovviamente la terza classificata ha avuto la fascia, questa cosa mi da fastidio e non poco, però l'importante è che il riconoscimento a quel tesoro di ragazza c'è.

QUINTA TAPPA: Monopoli. Prima tappa regionale per decretare chi tra tutte le ragazze fasciate in Puglia, rappresenterà la nostra regione a Jesolo tramite uno degli sponsor.
Arrivo a Monopoli...penso, il solo posto dove possono mettere un palco del genere con altrettanta platea a guardare è la piazza. Allora che faccio? parcheggio nelle vicinanze della piazza, arrivo lì e...VUOTO...che significa tutto ciò? Dov'è il palco?
Chiamo Deborah giusto per capire...macché, il telefono l'avrà scittato (buttato in maniera poco ortodossa) da qualche parte, allora chiamo la mamma, la quale mi dice che il palco è in una stradina quasi vicino al mare. Stradina? Una tappa regionale in una stradina? Bah...mi avvio.
Arrivato nella strada adiacente, giro l'angolo e cosa mi ritrovo? Il palco montato a ridosso delle case popolari...mi venne la brillante idea di chiedere asilo politico agli inquilini del primo piano per vedere meglio la serata, ma vedendo le facce era meglio che mi tenevo davanti i cari e vecchi lampioni della luce. Il palco è stato messo proprio davanti ad uno degli sponsor della tappa...ma va...ma non mi dire...che novità. La passerella oltre a presentare un gradino dove nel mezzo c'è un bellissimo palo di sostegno bucato pronto a far ruzzolare qualche malcapitata. Fortunatamente nessuna caduta. Dicevo, oltre a quel bel palo, era a forma di T di Tabacchino (a Bari si direbbe anche T come Tr...ma meglio non scendere nelle bestemmie), e con la scaletta davanti. Quando mai si è vista una scaletta che sale direttamente sulla passerella?
Ma veniamo alla serata...dicono che ci saranno come ospiti: Manila Nazzaro (la prima miss Italia pugliese) e Valeria Marini. Come passare dalle stelle, alle stalle, da qualcosa di meraviglioso, ad una delle tante oche della fattoria. vabbè pazienza...sopportiamo anche questo.
La serata inizia, ed eccola li...radiosa, meravigliosa, scintillante, celestiale, eterea...parlo della Nazzaro <3 <3 <3 <3 (Se non saranno scritte le prossime tappe, potete venirmi a trovare al cimitero comunale di Bari...vi aspetto numerosi nel caso). Ma torniamo con i piedi per terra e non con la testa fra le nuvole e seguiamo la serata. Non la ripeterò per l'ennesima volta...è sempre quella...tranne la sfilata in abito da sera. Sale Deborah con un vestito celeste (a me par celeste, sicuramente mi correggerà e dirà qualche nome strambo che per me rimane comunque sia celeste), ma di che stiamo parlando? Una gran donna soprattutto quando fa sfoggio del suo sorriso...qualcosa di unico davvero...le foto ve lo confermano.
Lo spettacolo procede come sempre. Premiazione...per lei nulla...vabbè, come suo solito sarà incazzata nera, ma ci sono tante altre tappe da fare. Arriverà, arriverà...basta saper aspettare e non mollare mai!

SESTA TAPPA: Acquaviva delle fonti. Si ritorna alle tappe regionali.
Ah si...questo si che è un palco in piazza...e che caspiterina.
Deborah si fa vedere poco durante le prove, non so che le sia preso oggi...è tutta briosa, peggio dell'acqua effervescente naturale. Mi dice solamente "io non mangio davanti a te", frase detta da passate esperienze di foto mangerecce ai danni di Noemi nelle precedenti tappe...ma se pensava di essere immune alla mia fama di fotografo delle facce strane, si sbagliava! Puntuale come sempre il post sui social network dove immortalo la bellissima miss in un'espressione di disgusto osservando i piedi di un'altra ragazza...brutto lo smalto vero?
Serata strana, Deborah si atteggia in maniera diversa...se la tira troppo... certe pose da modella vissuta miste a sfacciataggine dovuta alla sua inimitabile e faccia di bronzo.
Sfilata in abito elegante davvero impeccabile, anche se gli occhiali alla ape maya poteva evitarli...un velo trasparente a fantasia aperto davanti a fare da gonna, svolazzava talmente tanto che ho temuto che con tutti questi giramenti Deborah prendesse il volo, un elicottero avrebbe fatto meno casino.
Non c'è molto da dire altro, tranne svariate e differenti pose con altrettanti ammiccamenti di Deborah, non ho ben capito a chi li facesse ste mossette e poi levati quegli occhiali da sole, che alle 23 il massimo della luce che puoi avere è quella dei lampioni in piazza...ma forse li abbassava perché era troppo buio e non ci vedeva bene...non prendetemi in parola, sono solo supposizioni fantasiose.
Anche qui, niente fasce...sarà la maledizione dell'ammiccamento fatale.

SETTIMA TAPPA: Altamura. Qui la nostra miss non doveva andare, ma sotto insistenza dello staff si è fatta un altro po' di chilometri, forse perché è la sola a saper coordinare un battaglione di scapestrate! Non a caso è la responsabile eventi dell'agenzia...ha preso tutto dallo zio!
Stavolta però a vederla ci sarà una persona a lei speciale: il papà.
Infatti oggi non mi piazzo li dalle 17 del pomeriggio, ma passo a predere il padre da Bari per poi andare direttamente nella città del pane. Arriviamo verso le 20 circa, appena arrivati e accomodati vedo arrivare una malombra vestita di nero che corre a grandi falcate verso di noi...ho pensato "è la fine, è arrivata la mia ora"...invece no, era lei che tutta emozionata va ad abbracciare il babbo, un altro po' e piange...si e io? yuhuuuu...ci sarei anche io...grazie eh! Poi corre subito a chiamare i ragazzi dello staff e presenta il padre...ci sarei sempre anche io comunque...screanzata!!!! Vedi di vincere una fascia oggi che se no ti ingiurio sana sana!
La serata inizia e anche qui l'aria sbarazzina di Deborah si fa sentire. Il balletto "Ciao"...senti Mary Poppins (più Mary che Poppins) 2 la vendetta, l'ombrellino è solo per la coreografia...non ci voli con quello ed è inutile che te la tiri tanto solo perché hai un ombrellino del 500 di pizzo bianco, dallo a me che te lo tiro io in testa!
Sfilata in abito da sera...bel vestito, lungo ma con la gonna abbastanza trasparente così da far intravedere il fisico statuario che ha. Non datele retta se dice che ha la pancia...è solo che vuole sentirsi dire che è bellissima...na rompiballe in pratica, quindi tutto normale.
"E la settima classificata con il titolo di Miss Radio Selene è: Deborah De Nicolò"...uhm...che per caso hanno capito anche loro che la ragazza è peggio di una radiolina? La risposta non la si saprà mai, però son contento che torna a casa con una fascia. Durante la passerella con indosso l'effige della vittoria, lancia un grandissimo bacio al papà seduto in platea...eh...la famiglia, che bella cosa!
Ospite della serata era la Miss Puglia 2015...scusate ma quella sarebbe bellezza? Anche se Deborah era alta la metà, di bellezza la batte di 1000 volte...e dai su...la bellezza è oggettiva, ma a quella era meglio mettere un oggetto davanti al viso! (Ricordando la paradisiaca immagine di Manila Nazzaro <3 )
Al ritorno è compito mio portare miss e padre della miss a casa...che angoscia mamma me...e se MisSfuggisse il volante o MisSbarrano la strada? Questo fatto delle miss MisSta sfuggendo di mano!

OTTAVA TAPPA: Giovinazzo. Vi giuro non ce la faccio più, 8 tappe e fino al 21 agosto la strada è ancora lunga. Ma chi me l'ha fatto fare! Vabbè, pochi piagnistei, affrontiamo quest'altra tappa con gioia...anche se non ho nessuna ragazza di nome gioia, ma se l'avessi avuta vinceva sicuramente perché: Toda Gioia, toda belleza...va bene si, mi ritiro!
Come al solito si sta li dalle 17, per un paio d'ore mi sono felicemente intrattenuto con il papà di Deborah facendo 4 chiacchere tra una birra e l'altra (saluto caldamente anche Marco, persona squisita).
#NoemiTheReturn, si perché qui torna l'altra rompiscatole, la sua vacanza è finita mannaggia! Retro del palco, foto a più non posso, si mettono pure a ballare...chiamate il reparto psichiatrico, è urgente! Ci sono una tipa con i broccoli in testa e una mezza rasta che stanno dando di matto!
Durante il preserata arriva anche la mamma di Deborah insieme ad un batuffoletto piccino *_* la nipote di Deborah, ma che sei carina *_*. Ovviamente la miss non sapeva nulla di questa cosa. Appena vede la piccina seduta con i suoi genitori la fontana di Piazza Vittorio Emanuele diventa d'improvviso una nullità. Dagli occhi di Deborah escono cascate, hanno dovuto costruire una diga per arginare l'inondazione messa in atto dalla commozione. Un vajont 2, senza vittime fortunatamente. Pensate che stavo andando a prendere l'impermeabile, l'ombrello e gli anfibi dalla macchina, da cielo sereno a pioggia in meno di 1 secondo. CHIUDETELE I RUBINETTI CORTESEMENTE!
The show must go on...si ok ma non sul bagnato. Siccome l'unica cosa da fare per chiudere la perdita d'acqua era portare la piccina dalla zia, mi sacrifico (fossero tutti così i sacrifici *_*). 'Amore di zia, vieni qui dammi un bacio'...il mio diabete in questo momento è schizzato alle stelle, forse è meglio dire salito, schizzato riprendiamo l'acqua di prima e non va bene. Ma che carine, identiche, spero anche non in rottura di scatole altrimenti sono spacciato! Ok finito? Beh piccina torniamo dai nonni e tu invece nipote sciagurata fai del tuo meglio stasera grazie!
Lo spettacolo è sempre uguale, mi rimangio il 'sparate sul cantante di qualche tappa fa', purtroppo lui non ci può fare nulla, è pagato per cantare e fa il suo dovere, ed è anche bravino!
Le presentazioni, le passerelle e la sfilata in abito elegante...posso dire che odio gli abiti lunghi? Si posso dirlo...gli odio. Ancora quel vestito floreale, adornato da quella specie di scialle fucsia...ok si ti sta bene il vestito, begli spacchi, ma a me non piace! Ma non si può dire nulla sul portamento e l'eleganza che ha Deborah in passerella, impeccabile!
Sfila la prima delle mie, e sfila anche la seconda...si mettono accanto...una floreale e l'altra celeste...si avete fatto terra e cielo? Vi siete accocchiate (traduzione sempre alla pagina 777 di televideo) tutt'e due? Mi guardo intorno e gli inservienti del reparto psichiatrico ancora non si sono fatti vedere.
Premiazioni, un altro terzo posto per Deborah, e un'altra volta senza fascia...tenetemi prima che bruci tutto! Guardate preferivo che non arrivasse tra le prime sei che sapere di un terzo posto senza fascia, per giunta davanti alla famiglia e alla piccina.
Vi ricordate sempre della famosa tigre prima digiuna da 10 mesi e poi da 2 anni...ecco ora ha talmente fame che se non la si piglia in tempo, potrebbe anche sbranare tutta la piazza, lasciando così Giovinazzo con la metà della popolazione.
Chiedo spiegazioni perché sta cosa mi sta innervosendo, e mi vengono a dire che dipende dagli sponsor, ma cosa dipende dagli sponsor, le tappe tutte uguali sono e gli sponsor sempre quelli sono per tutte.
Deborah sarà pure una tigre a digiuno, ma anche io non scherzo, un lupo affamato è più mansueto di me in quel momento.
Conclusi anche i saluti di rito, aspetto che Deborah con i genitori se ne vadano e nel frattempo faccio una chiamata. Quando ad un certo punto mi vedo davanti due occhioni dolcissimi *_* e con la manina mi indica di andare con lei...ma sei un amore *_* ... non come quell'altra vivaista acida e antipatica con i broccoli in testa.

Qui le tappe di Deborah subiscono una interruzione, non per volontà sua, ma per un grave lutto familiare. Non le si può dire nulla, doveva stare con la sua famiglia, e per quello che potevo fare, ero anche io li vicino a lei, nonostante il mio percorso di Miss Italia non si fermava vista la presenza di Noemi.
Solitamente sono anche io molto acido però in tutto questo periodo dove non c'è stata sul palco e per ridere e scherzare vicino a me...devo dirlo...mi è mancata...si l'ho detto...anche io ho un cuore, da qualche parte.
Sicuramente la rivedremo dopo ferragosto nelle tappe successive, infatti la ritroviamo a Veglie...si vi starete chiedendo: 'e do sta Veglie?'...è un paese, se così si può chiamare, di 15 mila abitanti, 2 bar e un panificio...i quali bar non sapevano neanche cosa fosse un espressino e a malapena avevano birra. Secondo me non vedevano neanche così tante belle ragazze da prima del 1915!

UNDICESIMA TAPPA: Veglie. Undicesima perché nel frattempo ci sono state 2 tappe regionali dove Noemi è riuscita a prendere un 4 posto che gli vale l'accesso alla finale di Miss Puglia.
Deborah si presenta con tutta la famiglia, mamma, papà, e il fratello maggiore che già ho conosciuto quando la lasciai a Rimini (ma non se la poteva tenere li? Doveva mandarla per forza di nuovo a Bari?). Addosso ha un vestitino che sembrava fatto di carta vetrata rosa, proprio a dire 'non vi avvicinate'. E quella paglietta in testa? Ehi ascolta un po' 'Anna dai capelli rossi' le gran dame erano vissute nel '500 e non avevano vestitini in carta vetrata, occhiali da sole e zeppe sportive!
Qui a Veglie si faranno due selezioni, una provinciale e una regionale. Deborah partecipa anche alla provinciale, per tentare di prendere la coroncina, Noemi invece non può partecipare in quanto di diritto finalista di Miss Puglia.
Alla pronvinciale saranno si e no 15 ragazze, quindi la vedo molto facile. La selezione è composta solo dalle due presentazioni con altrettante passerelle, nulla di che insomma...giusto per dire che è stata fatta.
Premiazione...e qui come volete che bestemmi? In turco? In arabo? Deborah non prende nulla! Sino al 3 posto tutte ex aequo, ma mi state prendendo in giro? Cioè su 15, 11 hanno avuto la fascia e Deborah neanche mezza? Mi rassegno...qualcosa non quadra...infatti...ma lasciamo stare, torniamo a raccontare la regionale di dopo.
Che razza di acconciature si sono fatte fare tutte quante? Erano capelli o costruzioni Lego? Sarà, ma a me le acconciature elaborate fanno alquanto schifo, Deborah fortunatamente si era fatta i capelli ricci e stava davvero bene.
Spettacolo sempre uguale...nel balletto ciao, la gran dama si è tolta la paglietta e ha preso di nuovo in mano l'ombrellino di pizzo...insopportabile la sua faccia di bronzo...però è bellissima!
Non voglio raccontare cosa è accaduto dopo la premiazione, alimentare polemiche inutili non è da me, ma posso dire solo che ciò che è successo ha fatto saltare i nervi a tutti, tanto da far decidere a Deborah di interrompere il suo cammino alle selezioni e godersi l'estate insieme alla sua famiglia.
Speravo di dover continuare, e invece no...mi devo fermare a Veglie, il paese dove non dorme nessuno...ok giuro che è l'ultima battuta orrenda dell'articolo!
Ammetto che mi dispiace e che ho fatto il possibile per convincerla a continuare, ma quando si mette in testa una cosa non c'è verso di farle cambiare idea.
Ho cominciato con lei e per lei a seguire Miss Italia Puglia, e finisco con Noemi alla finalissima di Miss Puglia. Anche se il 21 agosto eri lì presente a far il tifo per Noemi e le sue amiche, per me non era la stessa cosa...dovevi essere lassù, su quel palco, a lottare ad armi pari con le altre per la più ambita coroncina. È stato, è, e sarà sempre un gioco e così bisogna prenderlo, anche se ammetto che certe cose danno non poco fastidio, ma appunto perché è un gioco, bisogna giocare sino alla fine.
Ora si torna a lavoro, abbiamo molto da fare in questo fine 2016, il 2017 ci aspetta con tante novità.
Ed è qui, sul tuo articolo, che voglio ringraziarti per avermi fatto conoscere meglio questo mondo, ti ringrazio per avermi sopportato, ti ringrazio perché ancora una volta ho avuto la certezza che ragazza migliore per il posto di Event manager dell'agenzia, non potevo trovare.
#MerciMiss ti voglio bene!

Per tutti gli organizzatori invece...l'anno prossimo la 79th si presenterà con l'armata di ragazze...preparatevi perché 79th non è la solita agenzia, ma è molto di più!